Finanziamenti

 

VentureUp, portale per cercare investitori

Una delle cose più complesse nella fase di avvio di una startup è trovare investitori che credano nel progetto e mostrino un interesse concreto finanziando l’idea. A dare una mano arriva il portale VentureUp, promosso da Aifi (Associazione Italiana del Private Equity e Venture Capital) e Fondo italiano d’Investimento, in cui è possibile entrare in contatto con i venture capitalist e presentare i progetti imprenditoriali con un riscontro immediato. La piattaforma contiene materiale informativo, documenti, un test di autovalutazione, video e uno spazio tramite cui poter chattare con gli esperti. In particolare, il test è composto da tre step per un totale di nove domande che puntano a conoscere lo stato di avanzamento del progetto, il know how posseduto dal team e i dettagli finanziari. Molto importante è anche la sezione “Marketplace”: una sorta di “vetrina” in cui è possibile presentare il proprio progetto (che rimane online per un certo periodo di tempo), caricare slide e farsi notare da potenziali finanziatori, business angel, siti di crowdfunding, incubatori d’impresa, centri di ricerca, etc….
Insomma, una vera e propria vetrina che offre nuovi input e strumenti di finanza alternativa per le nuove imprese.

Crowdsourcing

Il crowdsourcing (da crowd, “folla”, e outsourcing “esternalizzazione di una parte delle proprie attività”) è un modello di business nel quale una azienda o istituzione affida la progettazione, la realizzazione o lo sviluppo di un progetto, oggetto o idea ad un insieme indefinito di persone non organizzate precedentemente. Questo processo viene favorito dagli strumenti che mette a disposizione il web. Solitamente il meccanismo delle open call viene reso disponibileattraverso dei portali presenti sulla rete internet. Il crowdsourcing è, in definitiva, la collaborazione su un progetto tra più utenti, generalmente via internet. Alcune aziende famose lo hanno utilizzato per far collaborare i propri ‘follower’ alla realizzazione di alcuni progetti. In Italia è online la prima mappa dei progetti crowdsourcing, ad opera di Userfarm.  Ma le piattaforme si moltiplicano: Zooppa è un ‘generatore di pubblicità’ proposte da creativi che partecipano a contest di aziende; Eppela permette di far conoscere un progetto e raccogliere fondi per realizzarlo. Starbytes raccoglie progetti creativi come app per mobile, siti web, profili aziendali nei social network e web marketing. E ora arriva la versione italiana di 99designs, che può vantare alcuni dei venture capitalist che hanno finanziato aziende come eBay e Flickr. Anche grandi aziende come Barilla attraverso il crowdsourcing (in questo caso di Userfarm.com) ha prima raccolto le impressioni degli utenti dei suoi prodotti ‘postate su un sito dedicato, sulla pagina Facebook e sul canale YouTube. Poi ha promosso un contest che ha selezionato i dieci migliori video, premiati anche con un riconoscimento economico “per aver saputo raccontare, in maniera innovativa, questo mondo”.

 

facebooktwittergoogle_pluslinkedinfacebooktwittergoogle_pluslinkedin

LuccaGiovane 2016 | Tutti i diritti riservati

Il sito LuccaGiovane utilizza cookie tecnici per il funzionamento del sito. Continuando la navigazione o effettuando uno scroll, l'utente dichiara di accettare. Più Info

I cookie di questo sito sono configurati in modalità "Abilita cookie" per offrire la migliore esperienza di navigazione. Proseguendo nell'utilizzo di quesot sito senza modificare le impostazioni del browser o cliccando su accetta, acconsentirai all'utilizzo dei cookie.

Chiudi