Voucher formativi individuali per giovani professionisti

Attivo il bando per giovani professionisti

La Regione Toscana con decreto n.11040 del 24/10/2016 ha approvato il bando per la concessione di voucher formativi rivolti a giovani professionisti con la finalità di sostenere l’incremento delle competenze e la competitività professionale dei giovani lavoratori autonomi delle professioni intellettuali. Il bando è cofinanziato dal Programma operativo regionale (Por) del Fondo sociale europeo 2014-2020 e rientra tra le attività del progetto Giovanisì.

Il bando finanzia voucher di formazione individuale ai giovani lavoratori autonomi delle professioni intellettuali. La formazione infatti può risultare un onere economico di rilievo per i professionisti più giovani che devono avviare la propria carriera e non possono contare su entrate cospicue. Con un voucher formativo il giovane professionista usufruisce di un sostegno finanziario per poter assolvere all’obbligo formativo o più in generale per accedere ad opportunità formative utili per adattarsi al mercato e al rilancio della propria professione.

Destinatari

Possono presentare domanda di voucher giovani lavoratori autonomi delle professioni intellettuali in possesso dei seguenti requisiti alla data di presentazione della domanda:
non aver compiuto 40 anni d’età
– essere residenti o domiciliati in Toscana
– essere in possesso di partita Iva
–  avere una delle seguenti iscrizioni:
a) iscrizione ad albi di ordini e collegi;
b) iscrizione ad associazioni di cui alla legge n. 4/2013 “Disposizioni in materia di professioni non organizzate” e/o alla legge regionale n.73/2008 “Norme in materia di sostegno alla innovazione delle attività professionali intellettuali”;
c) iscrizione alla Gestione Separata dell’INPS.
Nel periodo di validità del bando, chi richiede il voucher potrà beneficiare di un solo voucher.

Interventi

Il bando consente di fare domanda di voucher per la copertura totale o parziale delle spese di iscrizione per la frequenza delle seguenti attività formative:
1) Corsi di formazione e di aggiornamento professionale anche in modalità e-learning erogati da:
– Agenzie formative accreditate dalla Regione Toscana ai sensi della DGR 968/2007 e ss.mm.ii. o, solo in casi espressamente motivati di percorso realizzato fuori Toscana, accreditate dalla Regione di appartenenza;
– Ordini professionali, collegi professionali, associazioni professionali inserite nell’elenco di cui alla legge 4/2013 alla data di ogni singola scadenza dell’avviso e associazioni professionali riconosciute ai sensi della L.R. 73/2008 alla data di ogni singola scadenza dell’avviso; soggetti eroganti percorsi formativi accreditati dagli stessi ordini/collegi/associazioni;
– provider accreditati di Educazione Continua in Medicina (ECM).
2) Master di I e II livello in Italia o in altro paese appartenente all’Unione Europea erogati da:
– Università e Scuole di alta formazione italiane in possesso del riconoscimento del MIUR che le abilita al rilascio del titolo di master;
– Università pubblica di altro Stato comunitario o riconosciuta da autorità competente dello Stato comunitario, Scuola/Istituto di alta formazione di Stato comunitario, pubblico o riconosciuto da autorità competente dello Stato comunitario e da questa abilitato per il rilascio del titolo di master.
Sono ammissibili esclusivamente percorsi formativi avviati successivamente alla data di scadenza sulla quale viene presentata  la domanda. Le attività formative devono avere inizio entro 120 giorni dalla pubblicazione della graduatoria del bando Burt e devono concludersi, ad eccezione dei master, entro 12 mesi dalla data di avvio.

Spese ammissibili. Le spese ammissibili sono esclusivamente quelle di iscrizione al percorso formativo. Sono esclusi rimborsi di viaggio, vitto, alloggio,  materiali  didattici  e  qualsiasi  altra  spesa.

Importo del voucher. L’importo del voucher varia in base al costo dell’attività formativa e viene concesso secondo i seguenti criteri, tenendo che il costo del percorso formativo deve essere di almeno 200,00 euro Iva esclusa (non saranno concessi voucher per corsi di formazione di costo inferiore):
a) attività formative di importo complessivo non superiore a 300 euro: rimborso dell’intero costo;
b) attività formative il cui costo sia tra i 300,01 e i 600 euro: rimborso di 300 euro;
c) attività formative aventi un costo superiore a 600,01 euro: rimborso in misura del 50% delle spese effettivamente sostenute, fino ad un massimo di 2.500 euro.

Valutazione domande

Le domande saranno valutate in base a criteri specifici, sia qualitativi che economici e reddituali (Isee, ecc), sia per quanto riguarda i corsi che per i master. Sarà stilata un graduatoria sulla base dei punti assegnati. L’avviso avrà validità fino ad esaurimento delle risorse disponibili e comunque fino al 30 giugno 2018, con scadenze trimestrali per la presentazione delle domande.

Scadenze

Le domande di voucher possono essere presentate, a partire dal giorno successivo alla data di pubblicazione dell’avviso sul BURT, con scadenza trimestrale entro e non oltre le 12 dei giorni di scadenza.

  •     6 scadenza entro  le 12:00 del 31 dicembre 2017
    – 7° scadenza entro le 12:00 del 31 marzo 2018
    – 8° scadenza entro le 12:00 del 30 giugno 2018

Qui tutte le info utili ed il bando.

 

facebooktwittergoogle_pluslinkedinfacebooktwittergoogle_pluslinkedin

LuccaGiovane 2016 | Tutti i diritti riservati

Il sito LuccaGiovane utilizza cookie tecnici per il funzionamento del sito. Continuando la navigazione o effettuando uno scroll, l'utente dichiara di accettare. Più Info

I cookie di questo sito sono configurati in modalità "Abilita cookie" per offrire la migliore esperienza di navigazione. Proseguendo nell'utilizzo di quesot sito senza modificare le impostazioni del browser o cliccando su accetta, acconsentirai all'utilizzo dei cookie.

Chiudi