Il passo sospeso. Esplorazione del limite

Alla Fondazione Ragghianti di Lucca artisti internazionali a confronto sui concetti di limite e confine

In occasione del trentesimo anniversario della scomparsa di Carlo Ludovico Ragghianti, la Fondazione a lui intitolata promuove una mostra dedicata all’esplorazione del concetto di limite, prevista dal 24 giugno al 3 settembre 2017.

Limiti, confini, frontiere, da molto tempo alla ribalta della cronaca mediatica, sono indagati nelle loro declinazioni culturali, geopolitiche e storico-identitarie in una serie di opere di artisti internazionali all’interno della mostra “Il passo sospeso. Esplorazioni del limite”. 

L’iniziativa oltrepassa i confini del complesso monumentale di San Micheletto, sede della Fondazione Ragghianti, per estendersi nel centro storico e sulle mura di Lucca.

Le opere esposte sulla cerchia muraria sono state realizzate da artisti internazionali, rappresentanti di geografie, etnie, culture e stili diversi, uniti dalla volontà di superare i confini e limiti nel nome dell’espressione artistica e di saldare l’eredità della tradizione con l’innovazione dei linguaggi contemporanei.

Elenco degli artisti:

L’iniziativa coinvolge un consistente nucleo di artisti contemporanei accomunati dalla riflessione sui concetti di limite e confine, non soltanto nelle sue declinazioni geografiche, ma anche culturali, antropologiche, filosofiche, espressive, linguistiche e socio-politiche. Il tema, salito agli onori della cronaca nei suoi risvolti geografico-migratori, raccoglie artisti storici (Lucio Fontana, Piero Manzoni Alighiero Boetti, Enrico Castellani, Gino De Dominicis, Giuseppe Uncini, Igor Mitoraj) e protagonisti internazionali della contemporaneità (William Kentridge, Marc Quinn, Giulio Paolini, Sandro Chia, Mimmo Paladino, Roberto Barni, Marina Abramović, Vittorio Corsini, Peter Greenaway, Joseph Kosuth, Santiago Sierra), fino all’ultima generazione creativa italiana e straniera, con artisti giovani ma già affermati (Michelangelo Consani, Leone Contini, Wael Shawky, Enrique Ramirez, Guido Van der Werve).

Le opere saranno presenti nella Fondazione Ragghianti e in tutta la città. Scopri qua la mappa dei luoghi esterni.

Per un approfondimento sulle opere della città rimandiamo al contributo di Alessandro Romanini, curatore della mostra.

Ingresso libero.

Orario:

Fondazione Ragghianti: tutti i giorni 16-23, chiuso lunedì.

Oratorio San Giuseppe: tutti i giorni 10-18

Palazzo Santini tutti i giorni 7.30-19 chiuso la domenica

Foto di Paolo Bertoncini Sabatini.

 

 

 

 

 

facebooktwittergoogle_pluslinkedinfacebooktwittergoogle_pluslinkedin

LuccaGiovane 2016 | Tutti i diritti riservati

Il sito LuccaGiovane utilizza cookie tecnici per il funzionamento del sito. Continuando la navigazione o effettuando uno scroll, l'utente dichiara di accettare. Più Info

I cookie di questo sito sono configurati in modalità "Abilita cookie" per offrire la migliore esperienza di navigazione. Proseguendo nell'utilizzo di quesot sito senza modificare le impostazioni del browser o cliccando su accetta, acconsentirai all'utilizzo dei cookie.

Chiudi