GiovaniSì

Giovanisì è il progetto della Regione Toscana per favorire l’autonomia dei giovani finanziato con risorse nazionali, regionali ed europee e strutturato in 6 macroaree (Tirocini, Casa, Servizio civile, Fare Impresa, Lavoro, Studio e Formazione).

Recentemente il progetto ha incluso una nuova area: Giovanisì+, dedicata a temi come partecipazione, cultura, sociale e sport per favorire anche la crescita dei giovani in sfere diverse e rispetto ai nuovi bisogni.

Gli obiettivi principali del progetto sono: il potenziamento e la promozione delle opportunità legate al diritto allo studio e alla formazione, il sostegno a percorsi per l’inserimento dei giovani nel mondo del lavoro, la facilitazione per l’avvio di start up.

I destinatari diretti e indiretti del progetto sono i giovani fino a 40 anni anche se i target specifici variano a seconda della macroarea.

www.giovanisi.it

Attivi i tirocini non curriculari, fino ad esaurimento fondi

I soggetti ospitanti privati che attivano tirocini con giovani dai 18 ai 29 anni (compiuti) in possesso dei requisiti previsti, potranno richiedere un contributo di 300 euro rispetto ai 500 previsti per legge.

Requisiti

I soggetti ospitanti privati possono richiedere il cofinanziamento regionale se attivano tirocini con giovani dai 18 ai 29 anni compiuti, non occupati e in possesso di uno dei seguenti requisiti:

  • residenti o domiciliati in Toscana, per tirocini attivati entro 24 mesi dal superamento con esito positivo dell’esame finale per il conseguimento di uno dei titoli di studio indicati di seguito:
    – attestato di qualifica professionale triennale o diploma quadriennale in esito ai percorsi di Istruzione e formazione professionale (IeFP);
    – attestato di qualifica professionale;
    – diploma di istruzione secondaria di secondo grado, in assenza di iscrizione a percorsi per il conseguimento della laurea o a percorsi di Istruzione e formazione tecnica superiore (IFTS) o a percorsi di alta formazione tecnico – professionale di livello post secondario (ITS);
    – certificato di Istruzione e formazione tecnica superiore (IFTS) o diploma tecnico superiore di livello post secondario (ITS);
    – laurea e altri titoli post laurea (ad esempio dottorato di ricerca, master)*
    *Per master sono da intendersi corsi definiti come tali dai regolamenti delle Università o Istituti di alta formazione che li istituiscono, aventi carattere di perfezionamento scientifico e di alta formazione permanente e ricorrente successivi al conseguimento della laurea o della laurea magistrale. Ai fini del presente avviso sono ammissibili solo i master erogati da Università o Scuole di alta formazione in possesso del riconoscimento del MIUR che li abilita al rilascio del titolo di master.
  • Fuoriusciti dal sistema di istruzione formale e prima del conseguimento di uno dei titoli di studio elencati, a condizione che il tirocinante ne abbia dato formale comunicazione all’istituto a cui era iscritto almeno entro la data di presentazione della domanda di contributo e che il tirocinio sia attivato entro 24 mesi dalla data di abbandono degli studi.
  • Residenti o domiciliati in uno dei Comuni che rientrano nelle “aree di crisi complessa e semplice” o nelle “aree interne – strategia regionale e nazionale” (vedi l’elenco dei Comuni indicati all’art. 4 “condizione di accesso n.3” dell’avviso pubblico)
  • Disabili (vedi art. 1 della L. n. 68/1999) o svantaggiati (art. 17 ter, comma 8 della LR n. 32/2002 ) residenti o domiciliati in Toscana, per cui non è previsto il vincolo dei 24 mesi dal titolo di studio.
  • Tirocini attivati da imprese che operino nei settori delle lavorazioni artistiche e tradizionali (vedi Delibera n.964/2014 ), per i quali non è previsto il vincolo dei 24 mesi dal titolo di studio.

N.B. In caso di tirocini attivati a favore di giovani NEET, ovvero non occupati né iscritti a un regolare corso di studi (secondari superiori o universitari) o di formazione, il tirocinante è tenuto ad iscriversi al portale della Garanzia Giovani e sottoscrivere il Patto di Servizio per l’attivazione del tirocinio del Piano Esecutivo Regionale della Garanzia Giovani, prima dell’attivazione del tirocinio stesso, per poter richiedere il contributo regionale. Questo obbligo non è previsto solo per i tirocini attivati da imprese che operano nei settori delle lavorazioni artistiche e tradizionali.

La procedura per la richiesta del cofinanziamento regionale per i tirocini non curriculari è digitalizzata. Una volta inviata la Comunicazione Obbligatoria (CO) relativa all’attivazione del tirocinio, le aziende interessate possono richiedere il contributo regionale, secondo le modalità previste dall’art. 5 dell’Avviso pubblico.

La domanda deve essere presentata, esclusivamente online, tramite l’applicativo Tirocinio online, nel periodo compreso tra il 9° e il 18° giorno successivo all’invio della Comunicazione Obbligatoria. È possibile accedere all’applicativo solo tramite Carta Nazionale dei Servizi (CNS)*.

COME ATTIVARE UN TIROCINIO

  • Il giovane individua il soggetto ospitante o, viceversa, il soggetto ospitante seleziona il giovane
  • Il soggetto ospitante* si rivolge ad un soggetto promotore (tra quelli indicati dall’art. 17 ter comma 2 della legge regionale n. 32 del 2002, come ad es. il Centro per l’Impiego) per l’attivazione del tirocinio
  • Nel caso in cui il soggetto ospitante intenda richiedere il contributo regionale, procede come previsto dall’art. 5 dell’avviso pubblico

*Il soggetto ospitante per attivare tirocini non curriculari deve avere almeno un dipendente a tempo indeterminato (fatta eccezione per le aziende indicate dall’art. 86 nonies comma 1 del Regolamento di esecuzione ).

Per maggiori informazioni, vai alla pagina dedicata

 

facebooktwittergoogle_pluslinkedinfacebooktwittergoogle_pluslinkedin

LuccaGiovane 2018 | Tutti i diritti riservati

Il sito LuccaGiovane utilizza cookie tecnici per il funzionamento del sito. Continuando la navigazione o effettuando uno scroll, l'utente dichiara di accettare. Più Info

I cookie di questo sito sono configurati in modalità "Abilita cookie" per offrire la migliore esperienza di navigazione. Proseguendo nell'utilizzo di quesot sito senza modificare le impostazioni del browser o cliccando su accetta, acconsentirai all'utilizzo dei cookie.

Chiudi