Donna & salute

22 aprile 2016 Giornata nazionale della salute della donna.

In occasione del 22 aprile, Giornata nazionale della salute della donna il Ministero della salute ha realizzato il nuovo sito web dedicato alla donna www.salute.gov.it. Il sito presenta news, video, immagini sul tema della salute della donna e approfondimenti su alcuni temi strategici con una visione “al femminile”. Il sito ospita anche alcune applicazioni e servizi come:

  • Il calendario della prevenzione, che in modo agile e sintetico rende consultabile per fascia d’età una serie di informazioni su visite ed esami, stili di vita, vaccinazioni, screening, gravidanza;
  • Lo sportello salute donna, che permette di scrivere agli esperti della Sapienza Università di Roma e ai medici della Società italiana di Ginecologia (SIGO) per avere un orientamento su temi strategici per il benessere e la salute.

Il Ministero ha realizzato, inoltre:

Prevenire i tumori e diagnosi precoce

Screening oncologici

La Regione Toscana ha avvitato da molti anni il programma di prevenzione e di diagnosi precoce (screening) dei tumori della mammella, del collo dell’utero e del colon–retto. L’obiettivo è individuare la malattia tumorale quando è all’inizio e non dà ancora disturbi o addirittura, prima che si sviluppi il tumore vero e proprio.E’ scientificamente provato che per tutti i tumori, la diagnosi precoce aumenta l’efficacia della cura. Inoltre, sottoporsi agli screening oncologici non comporta alcun rischio.Una risposta positiva al test di screening non significa necessariamente avere il tumore, in quanto anche altre patologie meno importanti possono dare lo stesso tipo di responso al test. Per questo se una risposta risulta positiva la persona deve sottoporsi ad un successivo test diagnostico di approfondimento che permetta la diagnosi certa ed eventualmente l’adeguata terapia.
Tutti gli esami previsti dai tre screening:

  •  Sono gratuiti, compresi gli eventuali approfondimenti diagnostici;
  • Non è necessaria la richiesta del medico;
  • I cittadini compresi nelle fasce di età interessate riceveranno l’invito ad effettuare lo screening al proprio domicilio, tramite posta, con la cadenza indicata.

Per saperne di più  clicca sul link  oppure  contatta
il Centro Screening Prevenzione Oncologica
presso la Cittadella della Salute “Campo di Marte” di Lucca
edificio B, secondo piano
Mammografia: lunedì e mercoledì 9.00 – 13.30 e 15.00 – 17.00 Telefono 0583 970 040
Pap-test: mercoledì 9.00 – 13.30 e 15.00 – 17.00 Telefono 0583 970 040; venerdì 9.00 – 13.00 Telefono 0583 449 312
Test per la ricerca del sangue occulto nelle feci: venerdì 9.00 – 12.00 Telefono 0583 449 312

VIVI con il CUoRe

Ogni anno in Italia più di 1 donna su 3 muore a causa di una malattia del cuore, secondo quanto riportato nella Relazione sullo stato sanitario del Paese 2012-2013, del Ministero della Salute, ma spesso i sintomi dell’infarto sono sottovalutati tanto che non c’è neppure la consapevolezza che queste malattie siano la prima causa di morte per le donne.La loro incidenza è largamente superiore a ogni altra causa di morte, incluso il tumore della mammella e dopo i 75 anni la prevalenza delle malattie cardiovascolari nelle donne supera quella riportata per gli uomini come riporta la letteratura medica.Per quanto riguarda le malattie cardiovascolari, è ormai assodato che donne e uomini differiscono per sintomi, presentazione clinica, diagnosi, prognosi e terapia. “Nella donna l’infarto può presentare caratteristiche differenti per sede e tipologia con una maggior presenza di sintomi non specifici e spesso ignorati. Questo è uno dei motivi per cui, generalmente, le donne si recano in ospedale più tardi rispetto agli uomini”,affermaGiovanni Battista Zito, presidente Arca, Associazioni Regionali Cardiologi Ambulatoriali, “anche se il dolore toracico rimane un sintomo cruciale,nella donna l’infarto si può presentare, ad esempio, con dolore alle spalle, alla schiena, alla mandibola oppure con respiro corto e affannoso, stanchezza profonda, nausea e vomito”.

Vivi con il Cuore è la prima campagna di informazione per riconoscere e prevenire l’infarto nella donna, con l’obiettivo di promuovere e sviluppare la conoscenza e la consapevolezza delle patologie cardiovascolari e incentivare le donne ad adottare strategie salva-cuore. L’iniziativa, promossa da Abbott, ha ottenuto il patrocinio di Sic, Società Italiana di Cardiologia, Arca, Associazioni Regionali Cardiologi Ambulatoriali, Sipmel, Società Italiana di Patologia Clinica e Medicina di Laboratorio e Sibioc – Medicina di Laboratorio, Società Italiana di Biochimica Clinica e Biologia Molecolare Clinica.
Vai al sito della campagna

facebooktwittergoogle_pluslinkedinfacebooktwittergoogle_pluslinkedin

LuccaGiovane 2016 | Tutti i diritti riservati

Il sito LuccaGiovane utilizza cookie tecnici per il funzionamento del sito. Continuando la navigazione o effettuando uno scroll, l'utente dichiara di accettare. Più Info

I cookie di questo sito sono configurati in modalità "Abilita cookie" per offrire la migliore esperienza di navigazione. Proseguendo nell'utilizzo di quesot sito senza modificare le impostazioni del browser o cliccando su accetta, acconsentirai all'utilizzo dei cookie.

Chiudi