FIRENZE CONCORSO PER ISTRUTTORI EDILI

Il Comune di Firenze ha indetto un concorso, per titoli ed esami, per la copertura di 12 posti di istruttore edile. Le risorse saranno inserite a tempo pieno e indeterminato in categoria C, posizione economica C1. La data di scadenza del bando è fissata per il 10 Agosto 2017.

REQUISITI

Possono partecipare al concorso per istruttori edili i candidati in possesso dei seguenti requisiti:
– cittadinanza italiana o cittadinanza di altro Stato appartenente all’Unione Europea o cittadinanza extracomunitaria, solo ove ricorrano le condizioni di cui all’art. 38 del D. Lgs. 30.3.2001, n. 165 come modificato dall’art. 7 della L. 6.8.2013, n. 97;
– età non inferiore agli anni 18;
– idoneità fisica all’impiego;
– godimento del diritto di elettorato politico attivo;
– non avere riportato condanne penali, anche con sentenza non passata in giudicato, per i reati previsti nel Capo I, Titolo II, Libro II del Codice Penale; non trovarsi nelle condizioni di cui agli artt. 10 e 11 del D. Lgs. 235/2012; non essere sottoposto a misura restrittiva della libertà personale;
– non essere stati destituiti o dispensati dall’impiego presso una Pubblica Amministrazione per persistente insufficiente rendimento; non essere stati dichiarati decaduti da un impiego pubblico, ai sensi dell’articolo 127, primo comma, lettera d), del Testo unico delle disposizioni concernenti lo statuto degli impiegati civili dello Stato, approvato con D.P.R. 10 gennaio 1957, n. 3; non aver subito un licenziamento disciplinare o un licenziamento per giusta causa dall’impiego presso una pubblica amministrazione;
– posizione regolare nei confronti dell’obbligo di leva (solo per i cittadini italiani di sesso maschile nati entro il 31.12.1985) oppure posizione regolare nei confronti dell’obbligo di leva previsto dagli ordinamenti del paese di appartenenza (solo per i cittadini non italiani);
abilitazione all’esercizio della professione di geometra o iscrizione al relativo Albo oppure abilitazione all’esercizio della professione di perito edile o iscrizione al relativo Albo oppure abilitazione all’esercizio della professione di ingegnere civile/ambientale (anche iunior) o iscrizione al relativo Albo oppure abilitazione all’esercizio della professione di architetto (anche iunior) o pianificatore territoriale (anche iunior) o paesaggista o conservatore dei beni architettonici e ambientali o iscrizione al relativo Albo.

Inoltre, è necessario il possesso di uno dei seguenti titoli di studio:
– diploma di Geometra o diploma di perito edile o diplomi corrispondenti rilasciati da istituti riconosciuti a norma dell’ordinamento scolastico dello Stato;
– laurea Triennale DM 509/1999: classe 4 (Scienze dell’architettura e dell’Ingegneria edile) – classe 7 (Urbanistica e scienze della pianificazione territoriale e ambientale) – classe 8 (Ingegneria civile e ambientale) – classe 27 (Scienze e tecnologie per l’ambiente e la natura);
– laurea Triennale DM 270/2004: classe L-17 (Scienze dell’architettura) – classe L-23 (Scienze e tecniche dell’edilizia) – classe L-21 (Scienze della pianificazione territoriale, urbanistica, paesaggistica e ambientale) – classe L-7 (Ingegneria civile e ambientale) – L-32 (Scienze e tecnologie per l’ambiente e la natura);
– diploma universitario triennale di cui alla legge 341/1990 o Diploma delle Scuole dirette a fini speciali equiparato ad una delle classi di laurea di cui ai punti 2 e 3 ai sensi del D.I. 11 novembre 2011 e ss.mm.ii.;
– laurea Specialistica DM 509/1999: classe 3/S (Architettura del paesaggio) – classe 4/S (Architettura e Ingegneria edile) – classe 10/S (Conservazione dei beni architettonici e ambientali) – classe 28/S (Ingegneria civile) – classe 38/S (Ingegneri per l’ambiente e il territorio) – classe 54/S (Pianificazione territoriale, urbanistica e ambientale) – classe 82/S (Scienze e tecnologie per l’ambiente e il territorio);
– laurea Magistrale DM 270/2004: classe LM-3 (Architettura del paesaggio) – classe LM-4 (Architettura e Ingegneria edile – architettura) – classe LM-23 (Ingegneria civi- le) – classe LM-24 (Ingegneria dei sistemi edilizi) – classe LM-26 (Ingegneria della sicurezza) – classe LM-35 (Ingegneria per l’ambiente e il territorio) – classe LM-48 (Pianificazione territoriale, urbanistica e ambientale) – LM-10 (Conservazione dei beni architettonici e ambientali) – LM-75 (Scienze e tecnologie per l’ambiente e il territorio);
– in alternativa diploma di laurea (DL) del vecchio ordinamento equiparato ad una delle classi di laurea sopra elencate.

SELEZIONE

Qualora il numero delle domande sia tale da non consentire l’espletamento del concorso in tempi rapidi, a insindacabile giudizio dell’Amministrazione, sarà effettuata una prova preselettiva che consisterà in un quiz di tipo professionale sulle materie previste dal programma d’esame.

La selezione consisterà nella valutazione dei titoli e nel superamento di tre prove d’esame, due scritte e una orale, che verteranno sui seguenti argomenti:

  • Progettazione di opere civili, idrauliche e stradali;
  • Tecnica delle costruzioni;
  • Valutazione dei costi e contabilità dei lavori pubblici;
  • Elementi di legislazione in materia urbanistica e di edilizia privata;
  • Normativa sulla prevenzione e sicurezza negli ambienti di lavoro e nei cantieri temporanei e mobili;
  • Normativa sulla prevenzione incendi;
  • Nozioni sull’ordinamento, sulle funzioni e i compiti del Comune e sul rapporto di lavoro del personale dello stesso;
  • Nozioni fondamentali sull’ordinamento finanziario e contabile del Comune, con particolare riferimento alla gestione del bilancio e del PEG;
  • Conoscenza e capacità di redigere atti amministrativi (verbali di urgenza, di somma urgenza, relazioni tecniche, ecc.) nell’ambito dei LL.PP. di supporto a determinazioni e deliberazioni;
  • Nozioni di estimo;
  • Normativa in tema di contratti di lavori pubblici, forniture e servizi;
  • Norme e procedure per l’aggiornamento del Catasto;
  • Normativa e interventi in ambito ambientale.

DOMANDA

La domanda di partecipazione al concorso del Comune di Firenze deve essere redatta esclusivamente per via telematica, secondo l’apposita procedura online, entro il 10 Agosto 2017.

Alla domanda devono essere allegati i seguenti documenti:
– l’attestazione comprovante l’avvenuto pagamento della tassa di € 10,00;
– la documentazione attestante la ricorrenza di una delle condizioni di cui all’art. 38 del D. Lgs. 30.3.2001, n. 165 come modificato dall’art. 7 della L. 6.8.2013, n. 97 (solo per i cittadini extracomunitari);
– la certificazione medica attestante lo specifico handicap, pena la mancata fruizione del beneficio di ausili necessari e/o tempi aggiuntivi (solo per i candidati che richiedono di sostenere la prova di esame con ausili e/o tempi aggiuntivi);
– la certificazione da cui risulti un’invalidità uguale o superiore all’80% (solo per i candidati che richiedono l’esonero dalla prova preselettiva);
– l’idonea documentazione rilasciata dalle autorità competenti attestante il riconoscimento dell’equipollenza del proprio titolo di studio estero a uno di quelli richiesti dal bando;
– la fotocopia del documento di identità in corso di validità.

facebooktwittergoogle_pluslinkedinfacebooktwittergoogle_pluslinkedin

LuccaGiovane 2016 | Tutti i diritti riservati

Il sito LuccaGiovane utilizza cookie tecnici per il funzionamento del sito. Continuando la navigazione o effettuando uno scroll, l'utente dichiara di accettare. Più Info

I cookie di questo sito sono configurati in modalità "Abilita cookie" per offrire la migliore esperienza di navigazione. Proseguendo nell'utilizzo di quesot sito senza modificare le impostazioni del browser o cliccando su accetta, acconsentirai all'utilizzo dei cookie.

Chiudi