Laboratorio di cesteria: dalle piante ai cesti

Morrona di Terricciola (Pisa)
Domenica 18 novembre 2018 – dalle 9.30 alle 18.00

Il corso è di carattere prevalentemente pratico

 

In Italia l’arte di intrecciare fibre vegetali è in via d’estinzione. Eppure è un sapere immenso, raffinato e perfettamente sostenibile.
Un cestaio con un coltellino e un paio di cesoie crea un oggetto resistente, leggero e duraturo, senza l’utilizzo di macchine, prendendo ogni anno ciò che gli serve dalla natura, e senza lasciare rifiuti inquinanti. Quanti oggetti che usate tutti i giorni hanno queste caratteristiche? Solo per questo varrebbe la pena recuperare questo saper fare.

Cesti, canestri, nasse per pescare, gerle, panieri, cornucopie mille sono le forme della tradizione che hanno (o avevano) gli usi più svariati. Anche i materiali, nel nostro paese, seguono la biodiversità. Oltre al salice, si intreccia con canna comune, ulivo, olmo, vitalba, nocciolo, castagno, ginestra, asparto, amorpha fruticosa, larice ecc. ecc.

Racchiusi nei cesti tradizionali ci sono tutte le tecniche di intreccio che possono essere applicati in contesti diversi: nei giardini, nelle composizioni floreali, all’interno della casa come pareti divisorie o quadri di legno o semplicemente come opera d’arte. Solo la fantasia, l’esperienza e la conoscenza dei materiali possono essere i limiti delle nuove applicazioni dell’arte dell’intreccio.
PROGRAMMA
– Riconoscimento, scelta e preparazione dei materiali
Salice, olivo, vitalba, canne palustri, sanguinello, olmo… Riconoscere le piante e saperle riprodurre e raccogliere nella stagione giusta per creare belle sfumature.
– L’intreccio   Il fondo, le pareti, i bordi e i manici.
– Esempi di tecniche e cesti tradizionali
Si impareranno a riconoscere materiali e caratteristiche che rendono tipico un cesto.
– Perché imparare a far cesti nel 2018
Per trovare un’alternativa ai cesti che si trovano oggi nei negozi per pochi euro che non sono in grado di raccontarci quasi nulla sulla loro storia e sulle le mani che li hanno fatti. In un’epoca dominata dal consumismo, imparare a fare un oggetto artigianalmente senza acquistare nulla significa riprendere legami profondi tra l’uomo, la terra e le sue tradizioni. Conoscere piante e stagioni è sufficiente per creare oggetti che durano anche 50 anni (a dispetto della plastica).

Ogni partecipante si porterà a casa il cesto che avrà realizzato!

Cosa portare:
Forbici da potatura, un coltellino ben affilato (chi può), vestiti da lavoro. Chiavetta USB per la dispensa informatica.

 

Informazioni ed iscrizioni   Gianna 349.4248355
info@1virgola618.it   www.1virgola618.it

facebooktwittergoogle_pluslinkedinfacebooktwittergoogle_pluslinkedin

LuccaGiovane 2018 | Tutti i diritti riservati

Il sito LuccaGiovane utilizza cookie tecnici per il funzionamento del sito. Continuando la navigazione o effettuando uno scroll, l'utente dichiara di accettare. Più Info

I cookie di questo sito sono configurati in modalità "Abilita cookie" per offrire la migliore esperienza di navigazione. Proseguendo nell'utilizzo di quesot sito senza modificare le impostazioni del browser o cliccando su accetta, acconsentirai all'utilizzo dei cookie.

Chiudi