II edizione Art Fair 5-8 maggio

LUCCA ART FAIR

Torna la 2°edizione della fiera che mette in scena l’inaspettato dell’arte. Forte del successo ottenuto lo scorso anno, dal 5 all’8 maggio 2017 tornaLucca Art Fair, la fiera dedicata all’arte contemporanea diretta da Paolo Batoni, presidente dell’associazione culturale BlobArt. Una seconda edizione, quella in programma al Polo Fiere di Lucca, che si preannuncia ricca di nuove proposte e progettualità, con un calendario fitto di mostre,talk, incontri,premi, visite, laboratori ed eventi collaterali.

Nata dall’esigenza di mettere in rete le molteplici esperienze artistiche del territorio e con l’intento di ri posizionarelaToscana come vero laboratorio culturale italiano, la fiera si configura come piattaforma d’aggiornamento essenziale per gli addetti ai lavori e come vivace punto d’incontro peril grande pubblico. Con le sue esperienze culturali ed economiche importanti e grazie alla posizione di crocevia tra il salotto dell’arte di Pietrasanta,il laboratorio del marmo bianco diCarrara e i più importanti musei toscani,Lucca si presenta infatti come la città ospitante più dinamica e ricettiva per nuovi esperimenti artistici.

Tra i progetti attivati in questa edizione avrà poi il fine di sostenere i giovani artisti contemporanei il nuovissimo Premio Lucca ArtFair rivolto agli under 35 presentati dalle gallerie in fiera.

Confermato poi il format della kermesse fieristica, suddivisa in due assi principali: a una Main Section che attraverso gallerie storiche proporrà uno stimolante connubio tra arte moderna, post bellica e contemporanea si affiancherà l’impegno della fiera a potenziare la ricerca artistica e ad approfondire il concetto di performatività.

Una zona T.A.Z.,Temporary Art Zone, sarà infatti rivolta alle gallerie d’arte contemporanea impegnate nella ricerca di linguaggi piùinnovativi eun focus speciale sull’aspetto curatoriale verrà indagato attraverso l’inedita sezione

Letture Critiche curata da Lorenzo Bruni, nuova collaborazione di questa edizionea cui è stata affidata anche la cura dell’Overcoming Project, un progetto dedicato agli spazi no profit con un programma articolato di performance.

Un’imperdibile occasione di scambio e avvicinamento al mondo del collezionismo saranno le visite guidateagli stand della fieracondotte da Francesca Baboni eaffiancate alla novità di Carte Blanche,format ideato da Lorenzo Bruni che vedrà i collezionisti nelle inedite vesti di guide in un percorso libero attraverso i vari ambienti della fiera.

E a confermare ulteriormente l’anima fresca e dinamica di questa giovane kermesse che prende a modello le grandi fiere internazionali il sabato andrà in scena l’Art Night: un’apertura serale straordinaria per dar spazio a momenti performativi e a un esclusivo evento gourmand che coinvolgerà in un clima conviviale galleristi e pubblico. Quest’anno, inoltre, un’attenzione particolare sarà rivolta ai più piccoli con Kids LAB che, realizzato grazie alla collaborazione della Fondazione Centro Studi sull’Arte Licia e Carlo Ludovico

Ragghianti, consisterà in uno spazio speciale dedicatoai bambini dai 6 ai 10 anni coinvolti in numerose attività,per avvicinarliattraverso il gioco all’arte contemporanea.

Infine,per rendere ancora più inclusiva l’esperienza fieristica,dal 2 al 7 maggio,il centro storico lucchesediventerà protagonista conLucca in/off,un contenitore degli eventi culturali che si svolgeranno in città durante la fiera e che troverà nel Loggiato di Palazzo Pretorio in Piazza San Michele il suo punto d’incontro con performance e relazioni con il pubblico.

Per ulteriori informazioni:

www.luccaartfair.it

facebooktwittergoogle_pluslinkedinfacebooktwittergoogle_pluslinkedin

LuccaGiovane 2016 | Tutti i diritti riservati

Il sito LuccaGiovane utilizza cookie tecnici per il funzionamento del sito. Continuando la navigazione o effettuando uno scroll, l'utente dichiara di accettare. Più Info

I cookie di questo sito sono configurati in modalità "Abilita cookie" per offrire la migliore esperienza di navigazione. Proseguendo nell'utilizzo di quesot sito senza modificare le impostazioni del browser o cliccando su accetta, acconsentirai all'utilizzo dei cookie.

Chiudi