1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
Lucca Giovane - Testata per la stampa

Contenuto della pagina

PARCO FLUVIALE

Una foto del Serchio

 
... un percorso naturale che segue le rive del Serchio, suddiviso in tre distinti itinerari (il percorso naturalistico, d'acqua e lo storico): passeggiate, piste ciclabili, gite a cavallo, spazi per lo skateboard ed aree dedicate ad attività ricreative ed associative.
 

 


LA CREAZIONE DEL PARCO

Recuperare e valorizzare il fiume creando uno spazio di aggregazione nel verde.
Il progetto di riqualificazione ambientale del Serchio, approvato dall'amministrazione Comunale nel 1999, prevedeva la realizzazione di un grande parco sulle sponde del fiume con l'obiettivo di creare un importante spazio di aggregazione nel verde dove fosse possibile passeggiare, fare escursioni in bicicletta e mountain-bike, risalire il fiume in canoa o praticare il kajak, ma anche sostare nei punti di ristoro godendo delle bellezze naturali.

La creazione del Parco vuole favorire il recupero e la valorizzazione del fiume quale elemento essenziale del paesaggio, testimone discreto dello scorrere del tempo.

Con il Parco Fluviale il Comune di Lucca ha voluto donare ai cittadini un ambiente dove, in un giusto equilibrio tra spazi verdi e spazi attrezzati, tra golene, zone urbanizzate, importanti nicchie ecologiche e ambiti agrari, poter disporre anche di aree dedicate ad attività ricreative ed associative quali campi di calcetto, aree per il tiro con l'arco, il bocciodromo, piste per aeromodellismo e automodellismo, nonchè spazi per lo skateboard.

Il Parco Fluviale è caratterizzato da una serie di percorsi naturalistici articolati in due tratti principali: una pista ciclabile di circa 12 km tra Ponte S. Quirico e Ponte S. Pietro, già ultimata e un'altra verso Ponte a Moriano, da completare.

Grazie a questo progetto il Ministero dell'Ambiente ha assegnato al comune di Lucca il "Premio per le città sostenibili 2000".
Altro importante intervento realizzato dal Comune è la Terrazza Guglielmo Petroni che rappresenta l'ingresso fisico e ideale del Parco.


LA TERRAZZA PETRONI

"Occorre sempre credere in qualche cosa per migliorare il mondo degli uomini; il nostro Serchio ritroverà ciò che ha perduto se noi stessi, uniti, lo vorremo"
(G. Petroni)
La Terrazza Guglielmo Petroni, dedicata allo scomparso scrittore lucchese, vincitore del premio Strega 1974 con il libro "La morte del fiume", è stata inaugurata nel 2002.

Situata sulla strada che dalla città sale verso il fiume, di fronte al foro Boario, la terrazza rappresenta idealmente e fisicamente l'ingresso del Parco Fluviale.
L'area si presentava sino a qualche anno fa in condizioni di forte degrado, poco utilizzata nell'arco dell'anno. Il progetto degli architetti Franchi e Lunardini, ha puntato a valorizzare l'area come luogo di sosta, caratterizzandola con un'adeguata pavimentazione, con alberature, sedute, una fontana ed elementi di arredo che consentono di godere pienamente della presenza del fiume, di ascoltare lo scorrere delle acque e ammirare gli scorci panoramici della collina di Monte S. Quirico.

La pavimentazione della terrazza è caratterizzata dall'uso di ciottoli, un riferimento alla presenza del fiume che scorre sotto, e anche l'uso della vegetazione serve a rafforzare questa continuità: le piante collocate sulla terrazza appartengono a specie presenti lungo il fiume.
Questo gioco di rimandi e interdipendenze tra artificio e natura dà vita a un luogo evocativo e ricco di suggestioni, dove è piacevole passeggiare e godere del paesaggio a due passi dalla città.


GIRO PARCO

Il Parco offre 3 itinerari distinti:
il percorso naturalistico, il percorso d'acqua e il percorso storico.

IL PROGETTO

Percorso naturalistico: il Parco Fluviale del fiume Serchio è interessato da due distinti percorsi naturalistici che si sviluppano lungo le due sponde: il primo si snoda per circa 11 km tra ponte S. Quirico e Ponte S. Pietro ed il secondo per circa 11 km tra Ponte S. Quirico e Ponte a Moriano.
Il primo percorso, reso fruibile nell'estate del 2000, è compreso all'interno del nascente Parco Urbano tra il centro storico ed il fiume e mette in collegamento le aree urbanizzate della periferia cittadina in riva sinistra, con le aree agricole in riva destra.

Percorso d'acqua: si snoda da Ripafratta fino alle sorgenti dell'acquedotto del Nottolini e dei Monti Pisani lungo il canale Ozzeri, attraverso campi agricoli ed insediamenti abitativi sparsi. Percorso di grande interesse attraverso i resti di aree palustri in cui si ritrovano specie della vegetazione planiziale.

Percorso storico: si articola dalla località "Parole d'oro" alle pendici dei Monti di Vorno dove sono collocati i serbatoi dell'acquedotto del Nottolini, lungo le arcate di questo fino al tempietto a S. Concordio, per proseguire poi all'interno del centro storico. Il percorso consente una lettura storico-artistica della città attraverso l'architettura dei suoi monumenti, delle sue strade e delle sue piazze sviluppatasi con il trascorrere dei secoli.


A CAVALLO NEL PARCO

Percorsi a cavallo nel parco fluviale del Serchio
Club Ippico Lucchese
Via della scogliera, 877 - S. Anna - Lucca
tel 0583 467054 - fax 0583 467302
e-mail: info@clubippicolucchese.it

Per prenotazioni rivolgersi a:
Susanna 349 0745600
Marcella 335 222469


TARIFFE Passeggiate
Durata Tariffa base Tess. Fise
convenz. Gruppi fam. min.
3 pers.

Tess. fiere convenz. Altri
60 min. 24.00 18.00 15.00 18.00
90 min. 27.00 21.00 18.00 21.00
120 min 32.00 26.00 23.00 26.00

Abbonamenti
N° 5 passeggiate da effettuarsi in massimo 3 mesi : Sconto 10%
N° 10 passeggiate da effettuarsi in massimo 6 mesi : Sconto 15%


 
La cartina del Parco Fluviale
La cartina del Parco Fluviale